image_pdfimage_print

Le lezioni sono aperte a chiunque desideri accostarsi allo studio del pianoforte o  approfondire una conoscenza di base già acquisita. Le lezioni dedicate ai bambini dai 5 ai 10 anni sono studiate in modo da fornire

Corsi di PIANO CLASSICO - Piccola Accademia maxgestudios.com

un approccio consono all’età, quindi basate su metodi che tengano conto degli aspetti psico-pedagogici

legati all’educazione musicale in età infantile (es. metodo teorico-pratico Bastien). I corsi rivolti a ragazzi ed adulti sono strutturati in modo da fornire una base teorica parallelamente alla  formazione pratica.

Le metodologie adottate sfruttano i testi di maggior diffusione ed efficacia all’interno di una visione della formazione di tipo classico-accademico (Beyer, Clementi, Czerny, Cramer, Pozzoli etc.).

Il fine dello studio è primariamente quello di “fare musica”,  di acquisire gli strumenti con cui poter esprimere  la propria sensibilità musicale nell’ambito più vicino alle proprie inclinazioni; la soggettività e il gusto personale sono elementi che in sede di studio verranno sempre tenuti in primo piano, per non far mai venir meno la motivazione ed il rapporto proficuo allievo-insegnante.

Gli aspetti affrontati  saranno nello specifico:

  • teoria musicale ( elementi fisici del suono, notazione musicale, ritmi e tempo)
  • elementi base di Armonia ( le tonalità, gli intervalli, le scale, gli accordi e le loro reciproche relazioni)
  • solfeggio parlato e cantato nelle chiavi di basso e violino
  • la postura, il corpo e le mani, la loro  importanza nel corretto approccio allo strumento
  • il pianoforte dal punto di vista costruttivo ed espressivo
  • studio della tecnica (scale, arpeggi, studi sull’indipendenza delle mani) e contemporaneo studio di brani di   autori diversi, di difficoltà adeguata al livello di preparazione acquisito.

Nell’ambito del necessario approccio classico per quanto riguarda uno studio serio ed approfondito dello strumento, l’orizzonte musicale preso in considerazione abbraccerà anche il repertorio moderno, in modo da dare soprattutto ai giovani il modo di esprimere o approfondire aspetti musicali non necessariamente legati al repertorio classico, che rimane comunque il fondamento per poter accedere con disinvoltura all’approfondimento di qualsivoglia altro genere musicale.